Panarea (Messina): chiusi due locali pubblici, erano privi di autorizzazione

2 mesi fa
5 Agosto 2020
di redazione

Panarea (Messina): chiusi due locali pubblici, erano privi di autorizzazione. Nei giorni scorsi, nel corso dei servizi di controllo del territorio, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo (ME) hanno deferito in stato di libertà i titolari di due diversi esercizi pubblici dell’isola.

Sono ritenuti responsabili dei reati di apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo senza il riconoscimento delle caratteristiche di sicurezza per l’incolumità pubblica nel locale.

A seguito del controllo, i Carabinieri del Posto Fisso di Panarea hanno riscontrato in entrambi i locali delle irregolarità, tra cui la mancanza della licenza per trattenimenti danzanti, nonché l’assembramento di diverse persone che erano all’interno dei locali, prive della prevista mascherina.

Senza, per altro, rispettare le regole sul distanziamento interpersonale previste dalle norme per l’emergenza Covid – 19.

I Carabinieri pertanto hanno proceduto all’immediata chiusura dei locali di pubblico spettacolo per 5 giorni.

Nei confronti dei due titolari sono state comminate anche le sanzioni amministrative previste.

Coltiva piante di cannabis in casa. I Carabinieri arrestano un 45enne e denunciano la moglie.

Ieri pomeriggio,  i Carabinieri di Capo d’Orlando hanno arrestato, in flagranza di reato, il 45enne Z.D., già noto alle forze dell’ordine.

Originario di Catania ma da tempo residente nel comune paladino, è responsabile del reato di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti; e deferito, in stato di libertà, la sua consorte per il medesimo reato.

Negli ultimi giorni i Carabinieri avevano notato movimenti sospetti nei pressi dell’abitazione della coppia. Pertanto, nel pomeriggio di ieri, hanno effettuato una perquisizione domiciliare.

Hanno rinvenuto circa 200 grammi di sostanza stupefacente tipo marijuana già essiccata ed occultata nei mobili della camera da letto e della cucina; nonché tre piante di cannabis, alte circa due metri, coltivate all’interno di vasi situati sul terrazzo dell’abitazione della coppia.

Pertanto, la sostanza stupefacente e le piante sono sequestrate ed inviate a Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Messina per le analisi di laboratorio.

L’uomo è arrestato poiché ritenuto responsabile del reato di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti mentre la 42enne moglie convivente è deferita, in stato di libertà per il medesimo reato.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è condotto presso la propria abitazione, in regime degli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Patti (ME) in attesa di comparire davanti al Giudice del Tribunale per l’udienza di convalida.

Vanessa Miceli

temi di questo post