Puglia: maxi concorso per circa 400 impiegati in Regione

Previsto l’ingresso di 165 impiegati, 176 funzionari e 40 dirigenti
1 mese fa
28 Giugno 2020
di redazione

Puglia: maxi concorso per circa 400 impiegati in Regione. Previsto l’ingresso di 165 impiegati, 176 funzionari e 40 dirigenti. Il 2021 sarà l’anno di concorsi per impiegati, funzionari e dirigenti in Puglia.

Tra lo scorso anno e quello in corso la Regione totalizzerà 447 pensionamenti. Esaurite anche tutte le vecchie graduatorie, negli uffici pugliesi entreranno circa 370 persone; cui sommare i circa 140 addetti destinati alla gestione del servizio unico «112» tramite l’Agenzia per la sicurezza.

Il piano assunzionale predisposto dall’assessore al Personale, il vicepresidente Antonio Nunziante, ha fissato i paletti da qui al 2022; sicuramente le procedure di reclutamento, ha dichiarato, saranno accorpate anche se sui tempi non possiamo fare previsioni.

Il concorso pubblico per circa 400 impiegati

Il piano prevede concorsi esterni per 165 impiegati (categoria C); 176 funzionari (categoria D); 40 dirigenti e percorsi di progressione verticale (gli avanzamenti di carriera) per i dipendenti regionali.

L’ultimo concorsone fatto in Regione risale al 2015, il Ripam che ha poi portato all’assunzione di altre 114 unità di personale. I risultati idonei sono però esauriti, perché dalla graduatoria pugliese hanno attinto anche i ministeri dell’Interno (35 unità), dei Beni culturali (80) e della Giustizia (65).

Lo stesso vale per la graduatoria dei dirigenti, il cui ultimo concorso risale al 2008: la Regione in organico 108 unità contro le 168 previste in pianta organica.  Il fabbisogno verrà colmato anche con il ricorso alla mobilità, oltre che dal concorso per 32 unità, che avrà una riserva del 50% per gli interni.

Le assunzioni per il “112”

Previste anche delle assunzioni per la gestione del numero unico di emergenza «112». Le telefonate verranno girate, a seconda delle necessità e dopo la localizzazione del chiamante, o alle forze di polizia, o ai vigili del fuoco oppure ai servizi di soccorso (l’attuale 118).

Si tratterà in gran parte di personale con profili bassi (45 operatori telefonici, 20 autisti, 60 assistenti) che anche in questo caso dovrebbe essere reclutato attraverso un concorso pubblico.

Personale ufficio antimafia sociale

Nel piano per il personale sarà inserito anche il potenziamento, a tempo determinato, dell’ufficio che si occupa di antimafia sociale, per mesi affidato a un dirigente fantasma, e per l’autorità di audit.

Prevista assunzione di uno o due giornalisti

Nel fabbisogno del prossimo anno è prevista anche l’assunzione a tempo indeterminato di un giornalista, ma visto il costo annuo presunto di circa 90mila euro, è ipotizzabile che ne saranno presi due.

Mariagrazia Veccaro