Ritrovata senza vita nell’Oglio la donna scomparsa a Palazzolo

La donna giovedì aveva lasciato la macchina nel centro storico di Palazzolo vicino al ponte romano e poi è svanita nel nulla
di redazione
2 settimane fa
29 Marzo 2021

Ritrovata senza vita nell’Oglio la donna scomparsa a Palazzolo. È stato ritrovato poco dopo le 13 di ieri il corpo senza vita di una signora dispersa da giovedì. Il cadavere della donna, una 70enne di Castelli Calepio, in provincia di Bergamo, era su un’ansa del fiume Oglio, in località Bravadorga.

La donna giovedì aveva lasciato la macchina nel centro storico di Palazzolo vicino al ponte romano e poi è svanita nel nulla. Le ricerche dei Vigili del fuoco non si sono mai interrotte da giovedì fino ad oggi quando la 70enne è stata ritrovata senza vita.

Dei testimoni l’avevano vista aggirarsi sulla riva del fiume Oglio, qualcuno addirittura diceva di averla vista in acqua. Così, giovedì pomeriggio Palazzolo è stata teatro di una maxi operazione di ricerca della persona scomparsa.

I fatti

Alla ricerca avevano partecipato Vigili del Fuoco di unità specializzate provenienti da tutta la Lombardia e anche dal Piemonte con elicotteri giunti da Varese e Torino, sommozzatori e unità di ricerca fluviale in acqua con un gommone.

Purtroppo, col sopraggiungere del buio, non erano emerse novità. Le ricerche erano, quindi, erano sospese. Tanto che l’asta del fiume era presidiata tutta notte dai soccorritori e le ricerche erano riprese all’alba.

Lei, una 70enne residente a Castelli Calepio, nella Bergamasca, non era stata ancora trovata. I Vigili del fuoco – compreso personale di Palazzolo e di Brescia -, avevano cercato, inutilmente, tracce della donna.

Le ricerche erano, poi, sospese attorno alle 20, anche se una squadra aveva perlustrato la zona in notturna. Poi la ripresa dell’attività alle 8 del mattino successivo con il coordinamento delle ricerche allestito nei pressi del Parco La Castrina.

I carabinieri di Palazzolo, sul posto per raccogliere testimonianze dei passanti e della famiglia, avevano, però, esclusa una caduta accidentale nel fiume. Durante tutto il pomeriggio erano segnalati assembramenti.

Assembramenti di probabili curiosi che si erano allarmati notando la massiccia presenza di uomini delle forze dell’ordine impegnati nelle ricerche della 70enne; oltre ad ambulanze e operatori della Protezione civile.

Temi di questo post