Sandra Milo nella bufera: “La soddisfazione di schiattare non ve la darò”

L'attrice, dopo lo scherzo radiofonico sul malore post vaccino, è stata presa di mira sui social. Ma alle minacce la Milo ha replicato pubblicamente sotto un post di Alessia Marcuzzi
di redazione
3 settimane fa
23 Marzo 2021

Sandra Milo nella bufera: “La soddisfazione di schiattare non ve la darò”. Non si placa la polemica che ha travolto Sandra Milo. Che, dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino, ha finto un malore durante una diretta radiofonica a Un giorno da Pecora.

Uno scherzo di cattivo gusto, che l’ha fatta finire al centro delle polemiche e che l’avrebbe vista bersaglio di offese e minacce sul web. A svelarlo è Sandra Milo attraverso i suoi canali social. Dove, da alcuni giorni, sta pubblicando decine di commenti e messaggi offensivi ricevuti sul web dopo la diretta su Radio1 Rai.

L’attrice ha giustificato il suo gesto come uno scherzo rivolto ai novax e ai negazionisti. Ma gli internauti non hanno comunque gradito l’idea avuta in un momento di psicosi generale. Creatasi attorno al vaccino AstraZeneca dopo le morti sospette registratesi nei giorni scorsi.

La rabbia del popolo del web non si è però limitata alle critiche e alle offese. Sandra Milo avrebbe ricevuto, infatti, anche minacce di morte, rivolte non solo al lei ma anche ai suoi familiari. Una situazione al limite che lei stessa ha raccontato.

Commentando l’ultimo post della conduttrice Alessia Marcuzzi, che non riguardava il tema discusso. Ma che ha scatenato comunque lo scontro con un altro follower. Tutto è partito da un commento di una utente, che l’ha criticata pubblicamente

“Che idea di me**a quello scherzo. Mi sei proprio cascata in basso”. E lei, nel rispondere alla donna, ha svelato di essere stata minacciata di morte. “Premesso che questo non è il luogo per intavolare una discussione del genere invece.

Secondo Lei, è una bella idea quella di augurare la morte a me, ai miei figli e a mio nipote per essermi spesa a favore della campagna vaccinale, vero? Prima di parlare a vanvera si chieda il perché del mio scherzo fatto ai novax e ai negazionisti che mi hanno scritto di tutto dal 25 febbraio in poi”.

Determinata a difendere la sua posizione, Sandra Milo non ha lasciato niente al caso e ha concluso. “Mi spiace ma io non gliela do la soddisfazione di schiattare e, non volendo augurar loro altrettanto. Ho risposto con la sola arma in mio possesso: l’ironia. E con questo chiudo il discorso”. Fonte IlGiornale

L’Oroscopo di oggi 23 marzo 2021, segno per segno

Gli astri sono sempre in movimento e noi dell’Inserto li seguiamo per voi! Riportiamo l’oroscopo di Paolo Fox, considerato uno dei più bravi nel realizzare l’oroscopo, che quotidianamente espone in tv o in radio. Ecco cosa prevede Fox per la giornata di oggi.

ARIETE

Cari Ariete, da qui a fine mese Venere vi sorreggerà in amore. Per quanto riguarda il lavoro, ci sono buone prospettive per una situazione che vi regalerà diverse sorprese importante.

TORO

Cari Toro, secondo l’oroscopo di Paolo Fox di oggi, la giornata lascia un po’ a desiderare, forse sarete troppo impazienti o forse ci sarà qualcuno che vi creerà dei dubbi. Capitolo lavoro: vi sentirete agitati e metterete in discussione qualunque cosa.

GEMELLI

Cari Gemelli, la Luna durante la giornata di oggi 23 marzo 2021 sarà favorevole! Molto dipenderà da voi ovviamente però sarà importante rimettersi in gioco. Per quanto riguarda il lavoro, vi sentirete arrabbiati. Non preoccupatevi potrete sempre cambiare rotta.

CANCRO

Cari Cancro, speriamo che oggi non ci siano troppe decisioni da prendere: prestate attenzione ai segni dell’Ariete e del Capricorno. Per quanto riguarda lavoro, sentirete di non essere sereni, ma non fate passi falsi: aspettate il momento giusto per fare le scelte.

LEONE

Cari Leone, secondo l’oroscopo di Paolo Fox di oggi (23 marzo 2021), fate attenzione alle storie parallele: in questo periodo i tradimenti porteranno solo complicazioni. Capitolo lavoro: la cosa importante è non prendere decisioni affrettate. Usate la testa. Continua a leggere qui

Temi di questo post