Scadenze fiscali luglio 2020, tutte gli appuntamenti del mese con il Fisco

2 settimane fa
30 Giugno 2020
di redazione

Scadenze fiscali luglio 2020, tutte gli appuntamenti del mese con il Fisco. Con il Dpcm dello scorso 27 giugno, il governo ha deciso di rinviare alcune importanti scadenze fiscali a causa dell’emergenza coronavirus. È quindi ufficiale la proroga dei versamenti dell’Iva delle imposte dirette come Irpef e Ires in scadenza il 30 giugno. Tutto viene rimandato al prossimo 20 luglio: è quindi questa la data da segnare nel calendario fiscale del prossimo mese.

Tuttavia, si potrà anche decidere di posticipare il pagamento al successivo 20 agosto: in questo caso, però, bisognerà pagare una maggiorazione dello 0,40%. Non è l’unica scadenza prevista per il mese di luglio. Vediamo quindi cosa prevede il calendario fiscale. Si ricorda che le scadenze fiscali potrebbero subire ulteriori slittamenti o modifiche e pertanto si raccomanda di consultare il portale dell’Agenzia delle Entrate. Ricordiamo che per alcune di queste scadenze

15 luglio
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferiti al mese precedente
  • Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente
  • ASD, Pro Loco e altre associazioni devono annotare, anche con un’unica registrazione, l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali, con riferimento al mese precedente
  • Esercenti commercio al minuto: registrazione, anche cumulativa, delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, effettuate nel mese solare precedente
16 luglio
  • Titolari di partita Iva. Versamento 2° rata dell’Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte; esborso 2° rata Irpef a titolo di primo acconto 2020 e saldo 2019. Versamento 2° rata dell’Addizionale Regionale all’Irpef. Pagamento 2° rata dell’Addizionale Comunale all’IRPEF a titolo di primo acconto 2020 e saldo 2019; versamento 2° rata “cedolare secca” a titolo di saldo 2019 e primo acconto 2020; versamento 2° rata Irap a titolo di primo acconto 2020 e saldo 2019
  • Adeguamento alle risultanze degli “Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale” (ISA): versamento 2° rate
  • Addizionale IRES per gli intermediari finanziari e per la Banca d’Italia: versamento 2° rata a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020
  • Versamento dell’imposta di bollo speciale sulle attività scudate
  • Versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin Tax)
  • Sostituti d’imposta: versamento ritenute operate nel mese precedente
  • Liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente
  • Soggetti Ires: versamento 2° rata a titolo di saldo 2019 e primo acconto 2020 dell’Ires
20 luglio
  • Adeguamento alle risultanze degli “Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale” (ISA): versamento in unica soluzione o come prima rata
  • IRPEF: versamento primo acconto 2020 e saldo 2019
  • Versamento dell’imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse nel secondo trimestre dell’anno
  • Versamento da parte dei creditori pignoratizi
  • IVIE: versamento saldo 2019 e primo acconto 2020
  • CEDOLARE SECCA: versamento saldo 2019 e primo acconto 2020
  • IVA: versamento del saldo 2019
  • Soggetti Ires: versamento saldo 2019 e primo acconto 2020 dell’Ires
  • IRAP: versamento primo acconto 2020 e saldo 2019
23 luglio
  • CAF e professionisti abilitati che hanno ricevuto, nel periodo dal 21 giugno al 15 luglio, i modelli 730/2020 dai contribuenti: trasmissione all’Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni dei redditi elaborate
27 luglio
  • Presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE
30 luglio
  • Versamento in unica soluzione o come prima rata, dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Versamento in unica soluzione o come prima rata dell’imposta sostitutiva operata nella forma della “cedolare secca”, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Pagamento delle ritenute sui redditi di lavoro autonomo operate nell’anno 2019 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Versamento in unica soluzione o come prima rata del saldo IVA relativo al 2019 risultante dalla dichiarazione IVA annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2020 – 30/06/2020, con l’ulteriore maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Pagamento in unica soluzione o come prima rata dell’ Ires risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Versamento in unica soluzione o come prima rata delI’Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Il versamento è effettuato esclusivamente dai soggetti individuati nell’articolo 24, comma 2, del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34.
  • Imposta di bollo sugli assegni circolari: dichiarazione trimestrale
  • Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 30 giugno 2020. Con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve). N.B. Per beneficiare del ravvedimento operoso è necessario che il pagamento della sanzione ridotta venga eseguito contestualmente alla regolarizzazione del pagamento del tributo o della differenza, quando dovuti. Nonché al pagamento degli interessi moratori calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno
31 luglio
  • IRPEF: versamento primo acconto 2020 e saldo 2019 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Imposta sulle assicurazioni: versamento
  • Versamento rata semestrale del canone RAI per i soggetti per i quali non è possibile l’addebito sulle fatture emesse dalle imprese elettriche
  • CEDOLARE SECCA: versamento saldo 2019 e primo acconto 2020 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo
  • Enti non commerciali e agricoltori esonerati: versamento IVA relativa ad acquisti intracomunitari
  • Contratti di locazione: registrazione e versamento imposta di registro

temi di questo post