Schianto in galleria: muore un uomo di 52 anni, ferito un 51enne

L’incidente all’altezza di Scanzorosciate intorno alle 8.30 di giovedì 8 aprile. Sul posto Vigili del fuoco, tre ambulanze e l’auto medica. Lunghe code in Valle Seriana.
di redazione
4 giorni fa
8 Aprile 2021

Schianto in galleria: muore un uomo di 52 anni, ferito un 51enne. Un incidente si è verificato questo giovedì mattina 8 aprile attorno alle 8.30 nella galleria Montenegrone in territorio di Scanzorosciate, in provincia di Bergamo.

Nello scontro, che ha visto coinvolte anche due auto, ha perso la vita un 52enne mentre un altro uomo di 51 anni è rimasto ferito. Sul posto i Vigili del fuoco, i carabinieri, tre ambulanze e l’automedica.

Da una prima ricostruzione dell’incidente fatta dagli uomini dell’Arma, pare che il furgone sia finito fuori strada per ragioni ancora da accertare. Il conducente sarebbe ferito mentre il passeggero è morto sul colpo.

La galleria è stata momentaneamente chiusa al traffico e le code a scendere dalla Valle Seriana sono state fatte lentamente defluire da Nembro.

Sindaco arrestato: vicesindaco Opera, ho letto cose assurde

“Guardi appena ho letto, sono corso in Comune. Siamo qua perché ci sono i carabinieri che stanno svolgendo le loro attività”. E’ “stupito, sorpreso e deluso” Ettore Fusco, l’esponente leghista per dieci anni sindaco di Opera.

Ora vicesindaco di Antonino Nucera, arrestato questa mattina fra l’altro per peculato e corruzione. “Ho letto cose assurde, che non c’entrano con la città di Opera”. Fra le accuse a Nucera c’è quella di interramento illecito di rifiuti.

“Mille tonnellate sotto una strada, ma noi non abbiamo realizzato nulla che permetta di nasconderli” ha commentato all’Ansa dopo aver letto le prime notizie sui media. Si è dichiarato sorpreso ed esterrefatto per l’accaduto.

“Poi c’è questa roba delle mascherine (che avrebbe tenuto invece di distribuirle alla farmacia comunale e alla rsa, ndr), è surreale. Il sindaco – Fusco è sicuro – chiarirà e si farà luce sula vicenda”. Anche la casa a San Donato, su cui sarebbero stati fatti lavori come tangente, “non è sua” e “non mi risulta che l’architetto del Comune sia la sua compagna”.

“Siamo ovviamente delusi e molto sorpresi – ha aggiunto – Non pensavamo che sarebbe potuta accadere una cosa del genere. Si farà luce su tutto e confido che si dimostrerà l’estraneità delle persone coinvolte. Intanto l’amministrazione comunale va avanti”.

Cinque arresti nel Milanese, anche il sindaco di Opera

Il Sindaco e la dirigente dell’ufficio tecnico del Comune di Opera (Milano), oltre a tre imprenditori edili, ritenuti responsabili – a vario titolo – di peculato, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, sono stati arrestati questa mattina dai Carabinieri.

Tra gli illeciti anche l’interramento di rifiuti nel Parco agricolo Sud Milano. Antonino Nucera avrebbe fornito indebitamente anche mascherine a famigliari e dipendenti comunali amici quando durante la pandemia non si trovavano.

“Il sindaco di Opera – si legge in una nota degli investigatori dell’Arma – nei primi mesi della pandemia, ha distribuito a stretti congiunti e a dipendenti comunali 2.000 mascherine chirurgiche che erano destinate a RSA e farmacie”.