Sermide Felonica incidente stradale, muore 34enne

Pubblicato il 7 Novembre 2022 - 9:30

Sermide Felonica incidente stradale, muore 34enne

Sermide Felonica incidente stradale, muore 34enne. Un automobilista di 34 anni è morto nel tardo pomeriggio di ieri in località Santa Croce a Sermide Felonica, in provincia di Mantova.

Troppo gravi i traumi riportati nel violento scontro con un mezzo pesante che trasportava del pollame. L’auto, una Mercedes, per effetto dell’impatto è finita in un fossato distrutta.

Sul luogo dell’incidente è stato inviato in tempi rapidi l’elisoccorso, ma per l’automobilista non c’era purtroppo più nulla da fare. Il camionista, 74 anni, è stato trasportato all’ospedale di Pieve di Coriano.

Fuoco e fumo nel sottotetto, mamma e figlio intossicati

Sono stati trasferiti in via precauzionale al Pronto soccorso di Crema per accertamenti medici. L’anziana madre e il figlio, residenti in una cascina ai margini del paese, sono stati presi in consegna oggi pomeriggio dal personale sanitario del servizio di emergenza del 118 e trasferiti al Maggiore.

Avevano respirato del fumo, prodotto dal principio di incendio del sottotetto dell’abitazione. Il rapido intervento dei vigili del fuoco di Crema ha permesso di tenere sotto controllo la situazione.


Le fiamme, di fatto, non si sono sviluppate e il sottotetto è stato messo in sicurezza nel giro di qualche decina di minuti. La squadra ha trovato la signora e il figlio già fuori di casa. Erano in buone condizioni, ma quando hanno spiegato di aver comunque respirato del fumo, è stato deciso di adottare la misura precauzionale.

Da qui la scelta di sottoporli ad esami medici, richiedendo l’ausilio dell’ambulanza del 118. La chiamata al numero di emergenza è arrivata pochi minuti dopo le 14, un allarme per la colonna di fumo che saliva dalle finestre del sottotetto, visibile anche dal paese, fattore che ha attirato l’attenzione di alcuni passanti.

L’intervento dell’autopompa dei vigili del fuoco, entrata in Pianengo a sirene spiegate, ha fatto temere il peggio. Fortunatamente, l’incendio — come detto — è stato contenuto alle sue fasi iniziali e non ha interessato il resto dello stabile, che rimane dunque agibile.

Sarà poi da valutare, nella giornata odierna, l’entità dei danni al sottotetto, i cui muri interni sono stati inevitabilmente intaccati dal fumo.


Redazione L'inserto

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip