Si lancia dalla finestra per sfuggire ai carabinieri: morto un 42enne

Bloccato un "corriere" di 43 anni che aveva in auto 13 chili di marijuana, mentre un 33enne è stato arrestato per il possesso di 24 chili
di  Redazione
2 settimane fa - 15 Luglio 2021

Si lancia dalla finestra per sfuggire ai carabinieri: morto un 42enne. Un uomo di 42 anni L. A. è morto a Barrafranca, in provincia di Enna, a seguito di una caduta da 7 metri di altezza.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo era destinatario di un provvedimento restrittivo per l’esecuzione di una condanna. Quando i carabinieri sono arrivati nell’abitazione di Barrafranca, dove l’uomo si trovava in quel momento, ha tentato di fuggire lanciandosi da una finestra al secondo piano.

L’impatto con il suolo è stato fatale. L’uomo, all’arrivo degli operatori del 118, giunti da Caltanissetta in elisoccorso, era già deceduto a causa del grave trauma cranico riportato.

Catania, sequestrati 37 chili di droga: in manette due spacciatori.

La guardia di finanza di Catania ha sequestrato 37 chilogrammi di marijuana di tipo amnesia ed arrestato due spacciatori in due delicatissime operazioni antidroga.

Militari delle Fiamme gialle del Nucleo di polizia economico finanziaria e della compagnia Pronto impiego hanno bloccato un “corriere” di 43 anni che aveva in auto 13 chili di marijuana contenuti in 11 buste sottovuoto, occultate nel vano della vettura.

Un 33enne invece è stato arrestato per il possesso di 24 chili della stessa sostanza stupefacente, 150 munizioni e materiale per il confezionamento della droga. Il Gip, su richiesta della Procura, ha convalidato i due arresti.

Uccide e trascina col furgone il cane che aveva morso la mano della figlia

Uccide, sparandogli, il cane del vicino di casa che aveva morso la mano di sua figlia, e lo trascina per strada legandolo con una corda al suo furgone e posta tutta la sua operazione sui social. Nel filmato, inquadrando il povero animale morto, rivendica il gesto, parlando di una promessa di vendetta mantenuta.

E’ l’accusa contestata da carabinieri di Mazara del Vallo, nel Trapanese, a un 44enne romeno che è stato arrestato per uccisione di animale, detenzione illegale di arma, armi clandestine, alterazioni di armi e detenzione abusiva di armi e munizionamento.

Le indagini erano avviate dopo la denuncia presentata dalla presidente dell’associazione nazionale protezione animali onlus. I militari dell’Arma hanno visionato tutto il materiale pubblicato dall’uomo sui social dove si ritraeva spesso in selfie con in mano pistole e munizioni.

Durante una perquisizione domiciliare al 44enne sono sequestrate: un’arma da fuoco artigianale clandestina, 80 cartucce a pallettoni, 113 cartucce a “salve”, una pistola a salve calibro 9 modificata ‘senza tappo rosso.

L’uomo è agli arresti domiciliari dove è rimasto fino all’udienza di convalida durante la quale è disposto l’obbligo di dimora a Mazara del Vallo e di presentazione alla Polizia Giudiziaria. Contestualmente gli è sospesa l’erogazione del reddito di cittadinanza.

Si lancia dalla finestra per sfuggire ai carabinieri: morto un 42enne
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST Oggi