Sporcizia, muffe e rifiuti abbandonati: chiusa casa famiglia

Sporcizia, muffe e rifiuti abbandonati: chiusa casa famiglia. Sporcizia, muffe, strutture obsolete e senza alcun requisito o autorizzazione ricevuta, rifiuti abbandonati a terra o bruciati.
sei in  Italia

1 settimana fa - 7 Settembre 2021

Sporcizia, muffe e rifiuti abbandonati: chiusa casa famiglia. Sporcizia, muffe, strutture obsolete e senza alcun requisito o autorizzazione ricevuta, rifiuti abbandonati a terra o bruciati.

Questi i motivi che hanno spinto il sindaco di Ardea, Mario Savarese, in seguito a un sopralluogo effettuato dagli ispettori della Asl, ad emanare un’ordinanza di chiusura di una casa famiglia per anziani.

All’interno della struttura erano ospitate due persone “in condizioni igienico sanitarie scadenti prontamente allontanate tramite l’intervento dei familiari contattati nel corso del sopralluogo”.

Chiusa una casa famiglia per anziani ad Ardea: era completamente abusiva

L’ispezione è stata eseguita dagli addetti della Asl Roma 6 e dai Servizi sociali del comune di Ardea, città metropolitana di Roma Capitale, dopo una specifica richiesta da parte dei carabinieri di Tor San Lorenzo.

La struttura si trova in via della Mente ed è gestita, senza alcuna autorizzazione, da una signora di 66 anni. Secondo quanto si legge nell’ordinanza firmata dal sindaco, “tutti gli gli ambienti si presentavano in condizioni igieniche e di sicurezza pessime.

Per la presenza di sporcizia, muffe, distaccamento di intonaci, impianti e strutture obsolete, nonché sprovvisti dei requisiti strutturali minimi, con altezze interne dei locali inadeguate e superfici finestrate apribili insufficienti a garantire l’idonea areazione naturale”.

Inoltre, all’esterno della casa famiglia “si rinvenivano diverse tipologie di rifiuti abbandonati sul terreno, ricettacolo di animali e insetti molesti, oltre a tracce di avvenuta combustione di immondizie”. Dall’ispezione effettuata è inoltre emerso che all’interno della struttura non era rispettata alcuna regola antiCovid.

Incidente sull’Ardeatina: morto pedone investito da un’auto

Investimento mortale ieri mattina sulla via Ardeatina, dove un pedone è morto dopo essere stato colpito da un’auto. L’incidente stradale intorno alle 7:30 del 6 settembre all’altezza della rotatoria di via di Tor Carbone.

Richiesto l’intervento dei soccorritori sul posto, sono intervenuti gli agenti dell’VIII Gruppo Tintoretto della Polizia Locale di Roma Capitale che hanno accertato il decesso di un pedone. Un cittadino romeno di 43 anni.

Inutili i tentativi di soccorso da parte del personale del 118. Alla guida della vettura, una Opel Astra, un cittadino italiano di 46 anni, fermatosi immediatamente a prestare soccorso.

Al fine di eseguire i rilievi scientifici per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro, sono attuate delle limitazioni alla circolazione stradale. Inevitabili i rallentamenti, con code a tratti tra via di Torricola e via di Tor Carbone, direzione di Ardeatina, sino al termine dell’intervento.

Sporcizia, muffe e rifiuti abbandonati: chiusa casa famiglia
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST ardea Oggi