Terra dei Fuochi, un’altra vita spezzata: Melissa muore a soli 14 anni

di redazione
1 settimana fa
12 Gennaio 2021

Terra dei Fuochi, un’altra vita spezzata: Melissa muore a soli 14 anni. Quando si pensa al napoletano o al casertano, spesso si fa riferimento a terre devastate, martoriate, lacerate.

Per fortuna, con il tempo ci sono stati molti miglioramenti. Ma, al tempo stesso, non sono mancati i passi indietro. Camminiamo così. Da una parte guardando al futuro, dall’altro leccandoci le ferite rimaste aperte. La vicenda di Melissa ci ricorda proprio questa fase più travagliata.

Infatti, è grave lutto a Gragnano, in provincia di Napoli, per la morte della piccola Melissa che è volata via a soli 14 anni, in piena età adolescenziale.

La giovane ha perso la vita a causa della leucemia. Si tratta di una malattia insidiosa, tenace, combattiva, Contro di essa, Melissa aveva ingaggiato una strenua e defatigante lotta.

Purtroppo, però, dopo tre anni di tormento, questa guerra è giunta al suo epilogo, strappando la giovane Melissa dalle braccia dei suoi cari.

La notizia è divulgata dalla giornalista Marilena Natale, da tempo impegnata nella lotta contro la Terra dei Fuochi. Struggente il suo post su Facebook. “Sto ancora cercando di capire, come farò a non sentire più la tua voce che mi dice: ‘Io ti amissimo’.

Il mio cuore si è frantumato in milione di pezzi e la rabbia dell’ennesima sconfitta mi sta logorando. Perdonami amore mio..”. Si avverte tutto l’urlo di dolore, di disperazione per un’altra sconfitta.

Ma, al tempo stesso, emerge e deve emergere anche la forza per rialzarsi e continuare a lottare per una terra che ha ancora tanto, troppo, da offrire.

Tragedia: bambina di 2 anni muore mentre stava giocando in casa

Una tragica vicenda vede come protagonista una bambina di appena 2 anni, vittima di un tragico incidente a Cabiate, in provincia di Como (Lombardia). La piccola non ha retto l’urto con una stufa, che era in casa e che le ha provocato un trauma cranico molto grave.

Lunedí pomeriggio, quando si è verificato il terribile episodio, la piccola si trovava in casa assieme alla famiglia. Immediato l’arrivo dei soccorritori del 118, che l’hanno condotta all’ospedale di Bergamo per farla ricoverare.

Ma nonostante la pronta mobilitazione dei soccorsi, per la piccola non c’è stato nulla da fare. Le autorità devono ancora verificare esattamente le dinamiche dell’accaduto.

Secondo una prima ricostruzione, la bambina, giocando, avrebbe colpito con la testa un oggetto che si trovava in casa, probabilmente una stufetta o un piccolo elettrodomestico.

Temi di questo post