Terremoto: altra forte scossa nel Parmense dopo quella di 4.2

Nel Parmense si sono verificate nuove e forti scosse di terremoto, avvertite nettamente in diverse zone: alle 17:38, una scossa di magnitudo 3.7 è stata registrata dall'Ingv

9 Febbraio 2024

Terremoto: altra forte scossa nel Parmense dopo quella di 4.2

Terremoto: altra forte scossa nel Parmense dopo quella di 4.2. Gente in strada a Felino, Calestano e Marzolara alle 13. L’alert del sindaco Guerra anche sui social.

Nel Parmense si sono verificate nuove e forti scosse di terremoto, avvertite nettamente in diverse zone: alle 17:38, una scossa di magnitudo 3.7 è stata registrata dall’Ingv.

Questa segue quella delle 13:06, avvertita in gran parte della provincia, un terremoto di magnitudo 4.2 con epicentro a 5 chilometri da Calestano ad una profondità di 21 km.

Questa scossa è stata la più forte fino ad oggi dell’attuale sciame sismico che da qualche giorno continua a insistere sulla fascia pedemontana della provincia.

Attivati centri di accoglienza

Inoltre, alle 13:44, una scossa di magnitudo 2.7 è stata registrata con epicentro a Varano Melegari. A seguito di queste scosse, sono stati attivati a Pilastro e Calestano due centri di accoglienza in via precauzionale, così come il modulo di assistenza alla popolazione con altri 250 posti letto.

La zona sta attraversando un momento cruciale e delicato, quindi si raccomanda ai cittadini di seguire tutte le precauzioni necessarie e di rimanere sempre informati sulle ultime notizie fornite dagli enti competenti.

Nel primo pomeriggio si è registrata un’attività sismica nelle zone di Felino, Calestano e Marzolara, con quest’ultima che rappresenta l’epicentro.

Alcune persone sono uscite in strada per qualche minuto, compreso il personale di alcuni uffici pubblici. Si è avvertita anche nella città di Parma, a livello dei piani inferiori degli edifici.

Non si registrano al momento danni a persone o cose

Da segnalare che l’epicentro coincide con una nota pizzeria di Marzolara, situata in prossimità del ponte sul torrente Baganza. Non sono stati riportati danni materiali o feriti al momento.

La scossa è stata percepita in diverse località della zona pedemontana, della Bassa e del Reggiano. La situazione è costantemente monitorata dalle autorità competenti.

Il terremoto è stato avvertito distintamente anche in provincia di Verona, soprattutto ai piani alti.

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip