Terremoto, scuole chiuse domani tra la marsica e la ciociaria


Terremoto, scuole chiuse domani tra la marsica e la ciociaria

A seguito dell’intensa scossa di terremoto che alle 18.35 ha fatto tremare il centro Italia, è stata disposta la chiusura delle scuole per domani, 8 novembre 2019, in numerosi centri abitati tra Abruzzo e Lazio, specie quelli a ridosso dell’epicentro.

Il sisma non ha causato danni a cose o persone dopo le opportune valutazioni degli addetti ai lavori, ma in via precauzione le scuole resteranno chiuse tra Marsica e ciociaria, soprattutto per via del rischio sismico elevato in cui sorge l’area. Come la storia insegna, infatti, le scosse di terremoto più intense possiedono dei precursori.


Di seguito l’elenco di tutti i centri abitati tra Abruzzo e Lazio in cui le scuole resteranno chiuse domani:

Balsorano, San Vincenzo Valle Roveto, Morino, Civita D’Antino, Civitella Roveto, Luco, Trasacco, Villavallelonga, Canistro, Tagliacozzo, Pescosolido, Cassino, Pontecorvo, Sora, Isola Liri, San Giovanni Incarico, Arpino, Boville Ernica, Veroli, Roccasecca, Coreno Ausonio, Colfelice, Castelliri, Paliano, Fontechiari, Esperia, San Giorgio a Liri, Cervaro, Ausonia, Castelnuovo Parano, Sant’Apollinare, Piedimonte San Germano, Sant’Elia Fiumerapido, Villa Santa Lucia, Monte San Giovanni Campano, Settefrati, San Vittore del Lazio, Sant’Andrea del Garigliano, Colle San Magno, Fiuggi, Patrica, Ferentino, Frosinone, Casalvieri, Acuto, Torrice, Posta Fibreno, Anagni, Supino.



Condividi adesso


Redazione L'inserto

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip