Treno travolge auto:  vettura distrutta, salve le 2 ragazze a bordo

sei in  Italia

2 settimane fa - 2 Ottobre 2021

Treno travolge auto:  vettura distrutta, salve le 2 ragazze a bordo. Un treno Intercity ha travolto un’automobile sui binari all’altezza del comune di Maddaloni, nel Casertano.

Salve le due ragazze a bordo, che sono riuscite a scendere dall’autovettura. L’impatto è avvenuto poco prima delle 4 di questa mattina. Interrotta la circolazione ferroviaria in attesa che siano eseguiti tutti i rilievi del caso e che la vettura, ridotta dal treno ad un ammasso di lamiere, sia rimossa dai binari.

La vettura distrutta dal treno.

I vigili del fuoco del comando provinciale di Caserta sono all’opera da diverse ore per rimuovere dai binari il veicolo distrutto. Stando a quanto ricostruito finora, l’automobile si trovava in prossimità di via Pioppolungo, nel territorio del comune casertano di Maddaloni, dove si trova anche un passaggio a livello.

La vettura sarebbe rimasta bloccata in un terrapieno adiacente ai binari non riuscendo a ripartire: a quel punto è sopraggiunto un treno Intercity proveniente da Roma e diretto a Napoli via Cancello.

Le ragazze sono subito scese dalla vettura mentre il treno non è riuscito ad evitare l’impatto con l’automobile, distruggendola dopo averla colpita in pieno. Le giovani, sotto choc, hanno atteso l’arrivo dei soccorsi giunti poco dopo.

Per loro, a parte il comprensibile spavento, nessun danno fisico. La circolazione ferroviaria si è così interrotta per l’intera mattinata con le forze dell’ordine che hanno provveduto ad ascoltare le testimonianze.

Inoltre hanno effettuato i rilievi del caso sul posto; mentre i vigili del fuoco hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area sgombrandola anche dai rottami della vettura stessa.

Truffe agli anziani nel Napoletano, tre arresti in un giorno

Tre persone arrestate, nel Napoletano, per truffa agli anziani in un solo giorno. Due casi si son registrati a Striano. Un falso incidente stradale, un falso avvocato che chiama dicendo che il figlio si trova nei guai in carcere e la richiesta di soldi per aiutarlo.

Ha fatto così un 38enne di Poggioreale già noto alle forze dell’ordine. I carabinieri lo hanno sorpreso e bloccato mentre si stava facendo consegnare 300 euro in contanti ed alcuni oggetti d’oro da 76enne.

I militari hanno accertato che era inscenata una richiesta telefonica da parte di un avvocato per conto del figlio della vittima. Servivano dei soldi per coprire le spese di un incidente stradale che il figlio aveva provocato.

Una donna incinta era investita e suo figlio era nelle camere di sicurezza della caserma. I soldi e i gioielli sono restituiti al legittimo proprietario mentre l’arrestato e in attesa di giudizio.

Arresto per truffa

A carbonara di Nola i carabinieri della locale stazione hanno arrestato per truffa, invece, Ciro Guasco, 64enne del quartiere san Lorenzo e Antonio Navatta 39enne di Qualiano, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

I due hanno contattato telefonicamente una 68enne di Palma Campania, vedova e pensionata. Si sono fatti consegnare dalla vittima 900 euro in contanti e vari gioielli. Le hanno fatto credere che quei soldi erano di vitale importanza per il nipote.

La donna ha accettato ma poi ha anche capito di essere stata vittima di una truffa e così ha chiamato i carabinieri. I militari li hanno individuati in via Sansonetto a bordo di un furgone. Bloccati, li hanno perquisiti rinvenendo l’intera refurtiva.

Treno travolge auto:  vettura distrutta, salve le 2 ragazze a bordo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST caserta maddaloni Oggi treno