Valtur a ‘caccia’ di 700 professionisti per staff villaggi

Al via la'Valtur Career Week', tra 29 marzo e 3 aprile
di redazione
3 settimane fa
23 Marzo 2021

Valtur a ‘caccia’ di 700 professionisti per staff villaggi. Circa 700 professionisti da inserire nello staff dei villaggi e nel management. Valtur non si ferma e in un momento di grande incertezza per tutta la filiera turistica lancia un forte segnale di ottimismo al mercato e dà il via alla ‘Valtur Career Week’.

Innovativo evento di recruiting digitale, in programma tra il 29 marzo e il 3 aprile, che punta a individuare circa 700 professionisti per le strutture del brand e di tutto il gruppo Nicolaus, proprietario del marchio. www.valturcareerweek.com il sito dove inviare la propria candidatura.

Per strutturare al meglio il nuovo approccio al recruiting, Valtur ha investito molto, sviluppando un sofisticato sistema di ricezione e screening delle candidature, che nei giorni delle selezioni permetterà ai responsabili del dipartimento risorse umane di incontrare virtualmente i candidati alle differenti posizioni.

La campagna di comunicazione associata alla career week è in corso – il termine ultimo per candidarsi è il 26 marzo – e l’organizzazione dei curricula è governata da un particolare software che li diversifica per aree semantiche e competenze, inviandole in automatico ai diversi responsabili delle selezioni.

Oltre al recruiting

La ‘Valtur Career Week’ è strettamente legata all’impostazione della formazione per le nuove risorse; da poter avviare con le corrette tempistiche in funzione della stagione turistica del 2021; utilizzando nuovi strumenti digitali e dando la priorità all’apprendimento degli accurati protocolli di sicurezza anti Covid-19.

Mai come quest’anno nel turismo sarà importante dare la massima importanza al bagaglio formativo per tutelare sia la salute degli ospiti; sia quella di tutti i professionisti che con il loro lavoro sostengono letteralmente un settore chiave dell’economia italiana.

“Anche se tutta la filiera turistica ancora una volta sta attraversando un momento di grande crisi e incertezza; vogliamo dare continuità alla nostra progettualità e alla crescita del brand Valtur, nonché lanciare un segnale fiducioso al mercato.

Valtur a ‘caccia’ di 700 professionisti

Con il traguardo di questo orizzonte, abbiamo deciso di lanciare anche nel 2021 il nostro evento di recruiting online senza diminuire il numero dei professionisti che stiamo cercando. Nel 2020 lanciammo il ‘Valtur Day’, che, tra campagne social e attività verticali con partner di settore, raggiunse oltre 1.400.000 persone.

700 erano le persone cercate, lo scorso anno, prima dello scoppio della pandemia, e 700 sono quelle che stiamo cercando per il 2021; attraverso la nostra ‘Valtur Career Week'”, commenta Roberto Pagliara, presidente del Gruppo Valtur.

Professionalità e qualità

“Professionalità e qualità senza compromessi -spiega Pagliara- continuano a essere i pilastri della nostra mission; e per costruire il futuro del turismo saranno ancora più importanti. Così come lo sarà la determinazione che impone di non stare alla finestra e di impegnarsi per la creazione di orizzonti concreti.

Li vogliamo dare alla nostra azienda, ai partner, alla distribuzione, agli ospiti in attesa di poter vivere una vacanza serena; e a professionisti del turismo da troppo tempo senza occupazione, che con orgoglio vogliamo far tornare a lavorare, grazie anche al nostro contributo”.

I profili ricercati

I profili ricercati sono differenti e andranno a coprire precisi ambiti e mansioni. L’iniziativa punta, infatti, a individuare figure manageriali e operative, con focus su expertise in ambito hôtellerie, direzione e amministrazione alberghiera, guest relation, food & beverage, intrattenimento e attività sportive.

Successivamente alla selezione, saranno impostate le prime attività di formazione. I filoni principali saranno due: la conoscenza e assimilazione dei protocolli di sicurezza, l’esplorazione dell’unicità dei format che contraddistinguono i brand Valtur e Nicolaus Club, orientati a far vivere all’ospite un’esperienza modellata sui suoi desideri e fortemente gratificante.

Temi di questo post