Violento scontro tra un’auto e una moto: morto un 42enne

di  Redazione
2 settimane fa - 13 Luglio 2021

Violento scontro tra un’auto e una moto: morto un 42enne. Incidente mortale sul Lungomare Marchesana (all’incrocio con via Rossini) a Terme Vigliatore (Messina). Nello scontro tra un’auto e uno scooter ha perso la vita il 41enne Carmelo Munafò.

Operaio residente nel comune tirrenico. Sul posto i carabinieri e i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Lo scooter sul quale viaggiava la vittima stava superando una fila di auto.

Da una traversa si è immessa sul lungomare una Fiat Panda condotta dal 68enne D.D.F., anche lui di Terme Vigliatore. L’impatto è stato violentissimo, tanto da provocare la morte del 41enne

Coniugi morti a Ribera, per carabinieri è omicidio-suicidio

È quella dell’omicidio-suicidio l’ipotesi investigativa su cui i carabinieri di Ribera (Agrigento) puntano per cercare di chiarire i contorni del ritrovamento dei due anziani coniugi morti all’interno della loro abitazione in via Parlapiano.

Il settantaquattrenne Girolamo Vaccaro, portalettere in pensione, avrebbe ucciso la moglie, Angelica Cocchiara, di 75 anni, casalinga, sparandole alla testa, per poi togliersi la vita con la stessa pistola, che deteneva legalmente.

Considerata dai vicini una coppia tranquilla, la vicenda ha generato stupore in paese. Stando a quanto si apprende da fonti investigative pare che la donna fosse malata. Da giorni i vicini di casa non avevano più notizie dei due coniugi.

E per questo hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri, che oggi sono entrati nell’appartamento. I coniugi Vaccaro non avevano figli. Le indagini sull’episodio sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca Roberta Griffo.

Giallo madre e figlia morte, Ris nei luoghi del ritrovamento

I carabinieri del Ris di Messina sono oggi a Lentini, nel Siracusano, per una serie di sopralluoghi nell’appartamento in via Gorizia di Lucia Marino, la 56enne ritrovata cadavere venerdì scorso.

E nel garage di via Murganzio dove, nella serata di sabato, è stata invece trovata la madre Francesca Oliva, 80 anni. L’anziana si trovava all’interno di una bara, o meglio della parte interna in zinco di una bara, in stato di decomposizione.

Su ordine della Procura di Siracusa, che ha aperto un fascicolo sulla morte delle due donne che vivevano insieme, i militari stanno cercando di raccogliere elementi, come tracce organiche, per chiarire cosa sia successo.

Ieri sera è eseguita l’autopsia sul corpo della 56enne che era in avanzato decomposizione. Un esame necessario per capire le cause del decesso. L’autopsia della madre avverrà probabilmente nella giornata di domani.

Violento scontro tra un’auto e una moto: morto un 42enne
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST Oggi sicilia