Glauco Iermano, unico italiano, vince il premio Child10 per il 2020

Pubblicato il 21 Ottobre 2019 - 20:05

Glauco Iermano, unico italiano, vince il premio Child10 per il 2020

Glauco Iermano è stato insignito del Premio Child10 per il 2020. 48 anni, studia il fenomeno delle migrazioni e si occupa di immigrazione e di intercultura da circa 22 anni. Dal 2007 lavora stabilmente con la Cooperativa sociale Dedalus che si occupa di immigrazione e politiche sociali, per favorire l’inserimento sociale, educativo, culturale e lavorativo dei minori stranieri non accompagnati.

Oggi a Stoccolma è stata ufficializzata dalla Fondazione Child10 la notizia che Iermano è tra i 10 premiati del Premio 2020, unico italiano. Ogni anno, infatti, Child 10 raccoglie e premia dieci persone eccezionalmente audaci da tutto il mondo per la loro lotta quotidiana per i bambini più vulnerabili delle nostre comunità. L’obiettivo è riconoscere la loro lotta coraggiosa e implacabile per proteggere e prevenire l’abuso, lo sfruttamento e le violazioni dei minori e condividere le loro storie. Oggi, in occasione della Giornata anti-tratta dell’Unione europea, Child 10 ha annunciato i vincitori del premio Child 10/2020 sotto il tema “Bambini nelle mani dell’Europa” per il loro forte impegno nella lotta alla tratta di minori.

I vincitori del 2020 sono dieci eccezionali sostenitori dei diritti dei minori. Nonostante ambienti ostili, minacce e un crescente discorso razzista, questi leader straordinari dovrebbero funzionare come modelli di comportamento per tutti noi.


La cerimonia ufficiale in Svezia

I vincitori parteciperanno a una cerimonia di premiazione e al vertice di alto livello a Malmö, in Svezia, nel gennaio 2020. Il vertice sarà il punto di partenza per il lavoro congiunto che il gruppo Child 10 intraprenderà al fine di sensibilizzare e combattere il rischio della tratta di minori, sfruttamento sessuale e abusi sulle rotte dei migranti verso l’Europa.

Il premio di 10.000 dollari

I dieci vincitori riceveranno ciascuno una sovvenzione di 10.000 USD e un programma di supporto per rafforzare, sviluppare e creare sostenibilità nella propria organizzazione. I vincitori uniranno inoltre le loro forze per tutto il 2020 nella loro attività di sensibilizzazione per attirare l’attenzione e prevenire la tratta e lo sfruttamento sessuale dei bambini.

Decine di migliaia di bambini, infatti, sono costretti a fuggire verso l’Europa e nel corso degli ultimi anni hanno corso e corrono il rischio di essere esposti alla tratta e allo sfruttamento di minori. Confini chiusi, mancanza di coordinamento transnazionale e condizioni di vita disumane e disumane nei campi profughi e nei centri di assistenza all’infanzia mettono i bambini a rischio particolarmente elevato di diventare vittime di tratta, lavoro forzato, traffico di esseri umani, attività criminali, sfruttamento e abuso sessuale. Oggi migliaia di bambini rischiano di scomparire e di non essere rintracciabili nei paesi di transito e di destinazione verso l’Europa. Mentre i paesi restringono i loro confini, i bambini sono costretti a trovare altre vie, spesso più pericolose verso l’Europa, aumentando il rischio di sfruttamento da parte di trafficanti.


Redazione L'inserto

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip