Italia: campione del mondo di canottaggio muore a 27 anni

Filippo Mondelli è morto a 27 anni (li avrebbe compiuti il 18 giugno) per un tumore
di  Redazione
2 settimane fa - 29 Aprile 2021

Italia: campione del mondo di canottaggio muore a 27 anni. Filippo Mondelli è morto a 27 anni (li avrebbe compiuti il 18 giugno) per un tumore. Un osteosarcoma alla gamba sinistra s’è rivelato fatale.

Gli era stato diagnosticato un anno fa, ma l’evoluzione della malattia è stata tale da rendere vana ogni cura. Il decesso del campione del mondo italiano di canottaggio nel 2018 (specialità di quattro di coppia) è un grave lutto per tutto lo sport nazionale.

Una notizia durissima che arriva a due settimane di distanza dalla sua elezione nel Consiglio Nazionale del Coni con 54 preferenze su 109 aventi diritto al voto. Il tumore scoperto per un dolore al ginocchio.

Fu lui stesso a raccontare al sito della Federazione nazionale di canottaggio come si accorse del cancro che lo aveva aggredito. Iniziò così quella battaglia che, nonostante le terapie, non è riuscito a vincere.

“Da qualche giorno lamentavo un risentimento a un ginocchio e questa diagnosi è stata per me inaspettata – svelò Mondelli a gennaio di un anno fa -. Considero questo periodo solo un momento lontano dai remi.

Spero di farvi ritorno quanto prima completamente ristabilito. Sento il bisogno di ringraziare i miei compagni di squadra, i medici, i tecnici e i dirigenti federali, i dirigenti delle Fiamme Gialle e le tante persone che, in questi ultimi giorni, mi sono stati sempre vicini”.

La grave malattia

Un dolore al ginocchio che non gli dava tregua lo costrinse a ricorrere a esami diagnostici approfonditi per capire quale fosse la causa di quel male. Se ne accorse solo dopo aver iniziato il raduno preolimpico di Sabaudia, e furono i medici della federazione a indirizzarlo. E da allora nulla è stato più come prima.

La carriera e i trofei

Filippo Mondelli ha partecipato a nove campionati mondiali conquistando cinque medaglie (due ori, un argento, due bronzi). Quattro (due ori e due argenti) le volte che è salito sul podio ai campionati europei.

Successi ai quali si aggiungono le 13 medaglie raccolte in altre gare internazionali (5 ori, 4 argenti e altrettanti bronzi) e le altre 15 (4 ori, 8 argenti, 3 bronzi) infilate al collo grazie alle vittorie nei campionati italiani.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso