Lavorare presso l’Unione Europea

Lavorare presso l’Unione Europea

1 Novembre 2019

di Redazione L'inserto

Nelle istituzioni dell’Unione europea lavorano più di 40 000 uomini e donne dei 28 paesi membri. L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza concorsi pubblici per selezionare il personale per posti a tempo determinato e indeterminato. L’UE assume anche agenti sia contrattuali che temporanei, offre opportunità di tirocinio e possiede banche dati di esperti.

L’Ufficio Epso

L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) è il primo punto di approdo per chi vuole lavorare per l’UE. Il suo sito spiega le modalità di selezione e dà suggerimenti su come prepararsi ai concorsi.
L’EPSO organizza concorsi pubblici per selezionare personale a tempo indeterminato. I concorsi permettono di valutare le capacità dei candidati tramite una serie di prove e valutazioni che assicurano la selezione dei migliori. Ogni anno ci sono concorsi per funzionari amministrativi, linguisti, interpreti, traduttori, segretari ed altre categorie di personale.

Domande in scadenza

Nello specifico, la nostra Redazione vi segnala l’imminente scadenza del concorso per accedere al ruolo di Consigliere principale, con contratto di Funzionario permanente, il cui codice di riferimento è COM/2019/10390. Il termine è il 04/11/2019 – 12:00(ora di Bruxelles). La sede del lavoro è Bruxelles (Belgio). Per maggiori informazioni: https://ec.europa.eu/dgs/human-resources/seniormanagementvacancies/

Concorso Agenzia delle Entrate: bando per 2.320 funzionari Concorso al Sud: unica prova scritta dal 9 all’11 giugno Agenzia delle Entrate, bando in arrivo per altri 2000 nuovi impiegati Concorso Ripam Campania, Brunetta: Senza l’esame niente assunzione Concorsi si sbloccano 125 mila posti. Ecco i bandi principali La Presidente di Volt Italia, Federica Vinci: “Dare stabilità agli insegnanti è prioritario”
leggi articoli di  Concorsi
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Concorsi Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST concorsi lavoro unione europea