Pieve Emanuele: ragazzo 16enne accoltellato a scuola. Fermato aggressore

È successo l'impensabile: un ragazzo di appena 16 anni è stato accoltellato nel cortile della sua scuola

6 Febbraio 2024

Pieve Emanuele: ragazzo 16enne accoltellato a scuola. Fermato aggressore

Pieve Emanuele: ragazzo 16enne accoltellato a scuola. Fermato aggressore. L’aggressione è avvenuta poco dopo le 14.15: si trova ricoverato in gravi in ospedale a Rozzano.

È successo l’impensabile: un ragazzo di appena 16 anni è stato accoltellato nel cortile della sua scuola. Una scena da incubo che si è verificata in un istituto professionale di Pieve Emanuele, nel Milanese, poco dopo le 14.15 di oggi.

La profonda ferita alla gamba del giovane è stata vista dagli operatori sanitari che hanno immediatamente soccorso la vittima. In questo momento, si trova ricoverato in gravi condizioni, ma, per fortuna, non sarebbe in pericolo di vita.

Inizialmente sconcertati dalle prime notizie riguardo l’accaduto, gli inquirenti hanno appreso che la vittima e l’aggressore, un 18enne di Rozzano, si conoscevano, pur non frequentando la stessa scuola.

Il maggiorenne avrebbe atteso il giovane alla fine delle lezioni per poi accoltellarlo, scappando dalla scena del delitto subito dopo.

Identificato e fermato l’aggressore

Fortunatamente, grazie all’immediatezza dell’intervento delle forze dell’ordine, l’aggressore è stato prontamente identificato e rintracciato, grazie anche alle telecamere di video-sorveglianza della zona.

Nel frattempo, la vittima è stata soccorsa con la massima urgenza e trasportata all’ospedale Humanitas di Rozzano in codice rosso. Sappiamo che si tratta di un giovane di soli sedici anni originario di Vernate e che le sue condizioni erano gravi.

Ma ora sembra essersi leggermente ripreso. La struttura ospedaliera ha comunicato che il ragazzo è stabile e che stanno eseguendo tutti gli accertamenti diagnostici necessari. Potrebbe persino essere dimesso domani, ma con una prognosi di alcuni giorni.

Le indagini

I carabinieri hanno avviato una serrata indagine per scoprire il motivo del gesto: ci sono state voci di incomprensioni futili che hanno avuto luogo nei giorni precedenti, forse legate a una ragazza.

Ma tutto è ancora in fase di accertamento, incluso il contesto esatto in cui è avvenuto l’evento. L’autore del crimine, un diciottenne in custodia cautelare nella caserma di Pieve Emanuele, potrebbe essere rilasciato questa sera.

La situazione è tesa e drammatica, mentre la vittima lotta per la propria vita. Restiamo in attesa ulteriori sviluppi e speriamo che la giustizia prevarrà. (Immagine di repertorio)

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip