Riapre dal 1° luglio il Castel del Monte di Andria, in provincia di Bat

Il numero massimo di ingressi consentito per fascia oraria sarà di 18 persone
2 settimane fa
28 Giugno 2020
di redazione

Riapre dal 1° luglio il Castel del Monte di Andria, in provincia di Bat. Il numero massimo di ingressi consentito per fascia oraria sarà di 18 persone. Proseguono, dopo il lockdown, le riaperture dei luoghi della cultura della Direzione regionale Musei Puglia.

Da mercoledì 1° luglio sarà nuovamente possibile visitabile il Castel del Monte di Andria. Le visite si svolgeranno ovviamente in completa sicurezza e nel pieno rispetto della normativa anti COVID-19 vigente.

Orari di apertura

Il maniero federiciano sarà aperto dal lunedì alla domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:45 con ultimo ingresso consentito alle ore 18:00.  Si potrà prenotare una visita tramite l’indirizzo email [email protected]
La visita invece senza prenotazione si potrà effettuare solamente in base alla disponibilità dei posti nelle fasce orarie: 10 -11 -12 -13 -14 -15 -16 -17-18. Il numero massimo di ingressi consentito per fascia oraria è di 18 persone e la visita potrà durare massimo 45 minuti.

Costi della visita

I costi d’ingresso: Intero 7,00€, ridotto 2,00 € (18-25 anni), riduzioni e gratuità secondo legge. Info e prenotazioni: Novaapulia: 388.3026000 / [email protected], Castel del Monte: tel. +39 0883 569997 / [email protected]

Sicurezza sanitaria

Per la sicurezza dei visitatori la Direzione regionale Musei Puglia ha stabilito precise modalità di visita in conformità con le disposizioni dettate in materia di sicurezza sanitaria:
All’ingresso di ogni sito sono stati predisposti in modo visibile tutti i cartelli con le disposizioni emanate dal Ministero della Salute per informare i visitatori sulle modalità di accesso e fruizione: uso obbligatorio di mascherine, pulizia delle mani attraverso appositi distributori di gel disinfettante, distanziamento fisico.

Prima di accedere, il personale in servizio, munito di appositi DPI (mascherina, guanti, visiera), misurerà la temperatura corporea dei visitatori per assicurarsi che non sia superiore ai 37,5° C. I visitatori dovranno recarsi ai siti muniti di mascherine e guanti che dovranno essere indossati per tutta la durata della visita.

Durante la visita si dovrà rispettare il distanziamento fisico di 1 – 2 metri (a seconda della posizione nel sito).

Allo scopo di rispettare il distanziamento, la visita presso ogni luogo della cultura avverrà tramite ingressi contingentati (nella quantità e nella frequenza) anche mediante prenotazioni, esodi scaglionati, percorsi di visita obbligati e un numero massimo giornaliero di visitatori.

Lungo i percorsi sono disposti dispenser dedicati per la distribuzione di gel disinfettante ed un contenitore, all’uscita, per lo smaltimento di guanti e mascherine.

Gli ascensori saranno utilizzati una persona per volta con l’obbligo di indossare sempre mascherina e guanti (in caso di persone disabili è consentita la presenza di un accompagnatore sempre munito di mascherina).

Il personale di turno vigilerà inoltre sul rispetto delle normative di sicurezza, dal contingentamento degli ingressi e degli ambienti comuni al rispetto del distanziamento sociale.

Mariagrazia Veccaro

temi di questo post