Suicidio assistito per il giornalista Daniele Pugliese. E’ morto a 67 anni

8 Febbraio 2024

Suicidio assistito per il giornalista Daniele Pugliese. E’ morto a 67 anni

Suicidio assistito per il giornalista Daniele Pugliese. E’ morto a 67 anni. Lo comunicano i familiari. Il suicidio è avvenuto il 7 febbraio, in Svizzera.

Il noto giornalista e scrittore Daniele Pugliese è deceduto all’età di 67 anni. Sono stati i suoi familiari e amici a comunicare la triste notizia, rivelando che il giornalista aveva deciso di porre fine alle sue sofferenze sotto assistenza medica in Svizzera.

Daniele Pugliese, che aveva sempre lottato per il rispetto delle scelte personali e i diritti alla vita, ha fatto una scelta consapevole e rispettata da coloro che lo conoscevano.

Le sue ultime parole, riportate dai suoi cari, mostrano la serenità con cui ha affrontato questa decisione e il desiderio di essere ricordato con gioia.

La sua libreria preziosa e l’archivio personale troveranno casa all’Istituto Gramsci di Bologna, mentre le sue ceneri saranno sparse sulla cima del monte Cristallo a Cortina d’Ampezzo.

La morte di Daniele Pugliese rappresenta la perdita di una figura significativa nel mondo del giornalismo e della scrittura, ma il suo contributo e la sua memoria saranno sempre presenti nei cuori e nelle menti di coloro che lo hanno conosciuto e amato.

Chi era Daniele Pugliese

Nato a Torino ma fiorentino d’adozione, Daniele Pugliese ha vissuto gran parte della sua vita professionale come vicedirettore de l’Unità, dove ha lavorato per 25 anni.

Dopo la chiusura del giornale, ha fondato l’agenzia di informazione ToscanaNotizie, nonché l’associazione culturale e casa editrice Tessere. Assieme a lui, è nata l’associazione ‘Sotto la Mole’, la cui missione è la conservazione della memoria della stampa comunista.

Autore di numerosi libri, tra cui una storia del Pci, uno sulla nascita del movimento cooperativo, uno sulla storia del sigaro toscano, diversi racconti (fra cui citiamo ‘Sempre più verso Occidente’, ‘Io la salverò signorina Else’) e anche una biografia di Primo Levi.

Daniele Pugliese ha lasciato alle stampe recentemente un saggio intitolato ‘Fenomenologia dello spirito delle Higlands. Considerazioni filosofiche sull’alcolismo’ (2019) e un romanzo d’ispirazione mitologica, ‘Skià. La dea dell’ombra rimossa’ (2021).

Nonostante la sua lotta contro una malattia che gli ha provocato un dolore fisico intenso e inarrestabile, Daniele Pugliese ha continuato a lavorare fino alla fine a riordinare i suoi scritti inediti, che saranno pubblicati in sua memoria.

Le persone a lui vicine gli attribuiscono un grande valore sia come autore che come attivista e contributore culturale.

  •  

Redazione

La redazione de L'inserto, articoli su cronaca, economia e gossip