ClubHouse il nuovo social che appgrada tutti gli altri

Linkedin e Spotify le corrono dietro
di redazione
2 settimane fa
6 Aprile 2021

ClubHouse il nuovo social che appgrada tutti gli altri. Linkedin e Spotify le corrono dietro. E’ Clubhouse il social, prima sui radar degli investitori USA e poi sulla bocca di mezzo mondo, a dettare le nuove regole della social interaction, che si innova attraverso la voce di ognuno, solo audio per il nuovo nato ed in streaming.

Emozioni, stati d’animo, persino le bugie vengono fuori da uno smartphone che chiarifica e gestisce oramai il mondo della socialità on line. E’ proprio Elon Musk a dettare le tendenze del virtual world odierno, con un successo davvero di notevoli dimensioni.

Un nuovo concept social fondato da Paul Davison e Rohan Seth che ha raccolto in un primo round, lo scorso maggio, 12 milioni di dollari di finanziamenti provenienti dalla società di venture capital Andreessen Horowitz.

Ancora in fase beta e l’accesso è consentito solo su invito da parte di qualche utente già iscritto. Negli Stati Uniti sono già iscritte celebrità del calibro di Oprah Winfrey, Drake, Kevin Hart, Ashton Kutcher o Chris Rock.

Due milioni di utenti

Il social network dichiara di aver finora raggiunto i 2 milioni di utenti. Gli ultimi a ispirarsi al modello Clubhouse sono proprio i colossi LinkedIn e Discord piattaforma di Microsoft dedicata al mondo del lavoro.

Quest’ultima implementando un nuovo strumento basato sull’utilizzo dei vocali. Vere e proprie stanze sonore senza precedenti, ove alcuni speaker interagiscono tra loro, dinnanzi ad una platea virtuale. Una teoria della mente messa al servizio dei molti.

Gli schemi di enfasi e intonazione, che le persone usano quando parlano, danno alle loro parole e alle loro frasi una qualità musicale chiamata “Prosodia“. La prosodia trasmette le emozioni dietro le parole tanto quanto le parole stesse.

Un’importanza che diventa a carattere comune, un feedback auditivo in volume e tono che diviene un virtual mode privo di complessità. Non solo un social, quindi, ma un Contest ove la comunicazione efficace si basa sulla necessità, per essere meglio compresi, di adeguare la propria voce di conseguenza.

Un trampolino dalle caratteristiche tecniche ben definite e tecnologicamente avanzate. Una diversità quella di Clubhouse che si fa spazio nel mondo del social e che ne stravolge il concept. Un vero è proprio cammino in salita per le altre piattaforme che arrancano nello stare al suo passo.

Simona Piro

Temi di questo post