Avellino: il Convitto all’avanguardia come Scuola di Viticoltura ed Enologia

Avellino: il Convitto all’avanguardia come Scuola di Viticoltura ed Enologia

24 Ottobre 2019

Condividi

Avellino. Il Dirigente Scolastico Ing. Pietro Caterini e il Coordinatore del Convitto Prof. Massimo Diglio informano gli alunni frequentanti la Scuola Pubblica  dei vari Istituti Superiori di Avelllino centro, circa la possibilità di usufruire, anche a mezzo convenzione Inps-Inpdap, del servizio di residenzialità socio-educativa e scolastica offerta dal Convitto annesso all’Istituto Superiore d’ Istruzione secondaria  “F. De Sanctis – O. D’Agostino”.

Scuola di Viticoltura ed Enologia

Il capoluogo avellinese vanta fin dal 1879 la Regia Scuola di Viticoltura ed Enologia, con il suo Convitto Annesso, voluto da Francesco De Sanctis – grande storico della letteratura italiana e irpino di Morra – allora ministro della Pubblica Istruzione.

Una denominazione all’avanguardia per quei tempi, perché puntava su due scienze ai primi passi. Ne è prova il fatto che è il solo esempio, rispetto alla diffusa etichetta di Istituto Tecnico Agrario, propria di queste scuole. Una scelta che anticipa il ruolo e l’autonomia che la cultura del vino avrebbe avuto sui tradizionali confini del mondo agrario.

Il Convitto può ospitare fino a 45 convittori

Il Convitto, che può ospitare fino a 45 convittori, è una struttura alberghiera messa a disposizione della popolazione studentesca per consentire loro di studiare fuori sede pagando il solo prezzo del vitto. All’interno di esso vi sono tutti i comfort per l’ospitalità con camere dotate di servizi, cucina, mensa, sala ricreazione, sale studio, guardaroba, lavanderia.

L’opera del personale altamente qualificato

All’interno opera personale altamente specializzato alle dipendenze del Ministero dell’Istruzione e con qualifiche specifiche e professionali. Per l’assistenza diurna e notturna, nonché assistenza allo studio e a tutte le altre attività opera il personale educativo facente parte dell’area docente. La sorveglianza diurna e notturna è fornita dal personale addetto alla custodia ventiquattrore su ventiquattro. Il servizio mensa dispone di tre cuochi oltre a personale specializzato per la distribuzione delle pietanze e pulizie dei locali. Le pulizie in camera e nei locali comuni sono assicurati quotidianamente.

Cultura

Festival Filosofico del Sannio. L’Umanità secondo Giovanni Casertano Maturità 2022: le novità dell’ordinanza ufficiale
leggi articoli di  Cultura
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cultura
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST avellino convitto Oggi scuola enologia